Qual è la forza di una serie tv? Creare coppie che appassionino il pubblico: è il caso di American Horror Story coven, che, tra le altre cose, ha creato il mito della coppia teen Taissa Farmiga – Evan peters nei panni di Zoe e Kyle.In American Horror Story prima stagione, quella della casa stregata, per intenderci, ci avevano conquistati con la loro storia impossibile: quella tra Violet e Tate, lei viva (fino a un certo punto) lui fantasma anche un po’ malefico, sicuramente tormentato e tanto, tanto dolce (a parte il discorso della tuta in lattice indossata per violentare  in incognito la mamma di Violet. Ma quella è un’altra storia). Dopo una pausa per la Farmiga, impegnata sul set del film Bling Ring di Sofia Coppola, ecco che l’attrice (sorella di Vera, protagonista di Bates Motel) è tornata col botto nel piccolo cult frutto della mente (malata, ma io non l’ho detto) di Ryan Murphy nel terzo capitolo di AHS Coven, dedicato alle streghe. Shippers e fan della coppia sono rimasti molto male quando non hanno ritrovato i due ragazzi, attori promettenti e senz’altro adatti a ruoli disturbanti come quelli che Murphy gli appioppa, ancora insieme a Briarcliff , location inquietante di American Horror Story Asylum.

Nella prémiere di AHS Coven ecco che la coppia si è già ricomposta: in una sequenza che fa il verso (ma per celebrare) al Romeo e Giulietta di Buz Lurhman, Zoe, aspirante strega, e Kyle, si incontrano e si innamorano a prima vista. Peccato che lui (come al solito: Evan Peters non ce la fa proprio a rimanere vivo) muoia quasi subito, mandando Zoe in crisi, tanto da portarla a tentare la resurrezione con i suoi poteri occulti. Insomma, dopo la combinazione umano + fantasma dobbiamo aspettarci quella strega + Frankenstein, o, meglio, strega + zombie?

Quello che è certo è che non solo le ottime performance di Kathy Bates e Jessica Lange, le new entry come Emma Roberts (tra l’altro fidanzata di Peters nella realtà), ma anche l’aspettativa di una storia d’amore tra personaggi molto amati come quelli interpretati da Farmiga e Peters contribuisce a creare il mito di una serie tv come American Horror Story, ben contruita dal punto di vista di regia e fotografia, ma a volte molto basica nei temi trattati.

Ed ecco un video che celebra questo piccolo, grande amore già naufragato causa morte di uno dei due: