È allerta nella redazione del programma “Le Iene“, che aprirà i battenti proprio stasera con la prima puntata della nuova stagione. La scorsa notte l’inviato Matteo Viviani, già minacciato qualche tempo fa, ha ricevuto un messaggio anonimo sul suo telefonino:

“Per scrupolo ti dico che arriva la bomba in diretta, tu controlla i 3 vasi a casa. Ci sarà attentato, il boss vuole così“.

La Mediaset ha immediatamente lanciato un comunicato stampa in cui informa i telespettatori che, nonostante le minacce allargate a tutta la redazione, la puntata andrà in onda regolarmente con controlli di sicurezza chiaramente intensificati. “Le Iene”, intanto, hanno già fatto partire una denuncia anche se per ora è impossibile stabilire chi sia il mittente del messaggio minatorio. Le motivazioni legate ad un gesto così clamoroso sono altrettanto misteriose, anche se si presume siano correlate alle ultime inchieste del giornalista, una delle quali riguarda i nuovi metodi di intercettazione, mentre l’altra svela una storia di molestie ai danni di alcune ragazze minorenni. Il comunicato tende a sottolineare che Viviani qualche giorno fa era a Palermo per proseguire un’ indagine in cui è implicata la mafia e la gestione dei beni sequestrati dalla Sezione Misure di Prevenzione del tribunale della città siciliana. La suddetta indagine, già trattata in altri servizi dall’inviato de “Le Iene”, aveva tra l’altro incentivato l’apertura di un’inchiesta ufficiale della Procura di Caltanissetta.

minacce