Inutile negarlo: tutti gli amanti di Alla ricerca di Nemo si sono immediatamente innamorati della pesciolina smemorata che rispondeva al nome di Dory e non vedono loro di poterla rivedere su grande schermo. È a loro infatti che Disney e Pixar ha pensato quando è stato reso pubblico il nuovo trailer di Alla ricerca di Dory, sequel del film d’animazione del 2003 (ebbene sì, sono già passati 13 anni).

A fare da annunciatrice al mondo intero della bella notizia è ancora una volta Ellen DeGeneres, che ha mostrato le nuove immagini della pellicola nel suo talk show. D’altro canto la donna è la doppiatrice storica della protagonista e non poteva esserci testimonial migliore.

Dopo l’eclatante vittoria agli Oscar con Inside Out e la debacle al box-office subita da Il viaggio di Arlo, accolto con meno entusiasmo di quanto si pronosticasse, la Pixar dunque è pronta a tornare in sella con il seguito di uno dei suoi film più amati.

Per la prima volta veniamo a conoscenza dei due genitori della protagonista soggetta ad amnesie cicliche, interpretati da Diane Keaton e Eugene Levy. Sarà proprio la ricerca delle proprie origini, ricordate con un flashback improvviso, a spingere Dory a intraprendere un viaggio che la porterà lontano dalla casa costruita con fatica insieme a Nemo suo padre Marlin (per quanto questi due la accompagnino, forse solo per un pezzo del tragitto).

Alla ricerca di Dory è ambientato circa 6 mesi dopo gli eventi del primo capitolo e porterà la protagonista fino all’Istituto della California di Biologia Marina, un luogo enorme a metà tra il centro di riabilitazione per animali e un acquario, dove la pesciolina è nata e cresciuta. Qui farà la conoscenza del polpo Hank, interpretato vocalmente da Ed O’Neill, il beluga Bailey (Phil Dunphy), e lo squalo balena Destiny (Kaitlin Olson).

Il film arriverà nelle sale italiane il 29 luglio 2016, ovvero con quasi un mese e mezzo di ritardo rispetto all’uscita anglosassone, prevista per il 17 giugno.