Come un film a ciel sereno negli scorsi giorni è arrivata la notizia di un nuovo sequel della saga di Alien diretto da Neill Blomkamp, il regista di District 9, Elysium e il prossimo Chappie.

A confermarlo è stata la stessa 20th Century Fox, che nel frattempo sta sviluppando anche il franchise paralello di Prometheus diretto da Ridley Scott, cineasta del primo leggendario film del 1979.

Tastando un po’ il termometro cinefilo ci sembra di poter dire che la nuova pellicola di Blomkamp dedicata al famoso xenomorfo sia la più attesa dai fan, un po’ per la fama leggendaria di Alien, un po’ per i consensi non proprio positivi sull’ultima opera fantascientifica di Scott.

Sono pochi i dettagli finora conosciuti sul nuovo Alien, a parte il ritorno di Sigourney Weaver, entusiasta dei bozzetti artistici presentati dal regista su Instagram, e di Michael Biehn, che in Aliens interpretava il caporale Hicks.

Neill Blomkamp in questo momento sta girando per gli Stati Uniti grazie al tour promozionale di Chappie. Durante uno degli incontri con la stampa sono state fornite alcune informazioni importanti sul suo Alien, sopratutto in merito alla sua collocazione nella saga.

Ai giornalisti di Sky Movies il regista ha dichiarato: “Voglio che questo film venga sentito come il fratello genetico di Aliens. Così c’è Alien, poi Aliens e quindi questo film”.

Pare allora che i film di David Fincher, Alien 3, e quelli di Jean-Pierre Jeunet, Alien: Resurrection, verranno completamente ignorati dal sequel, anche se avevano apportato elementi importanti alla mitologia del franchise.

Stando alle dichiarazioni di Sigourney Weaver questo potrebbe essere il capitolo finale dell’intero filone, almeno nelle intenzioni dell’attrice e del cineasta (chissà se i produttori sono delle stesso avviso): “Mi piacerebbe portare Ripley in una specie di stazione orbitale e dare una giusta fine a quella che è stata una storia fantastica. Così quando qualcuno come Neill Blomkamp ha detto ‘Bene, sono interessato a terminare la storia’, le mie orecchie si sono aperte. Penso che sia una grande serie che meriti un finale eccellente – So che i fan lo gradirebbero”.