Gremito e festante il Teatro Mancinelli di Orvieto, dove ieri sera il cantautore romano Alessandro Mannarino ha presentato in anteprima nazionale il suo nuovo tour “Corde”, una scaletta ricca delle sue canzoni più amate e famose, da Rumba magica a Serenata lacrimosa, da Me ‘so mbriacato fino al bis con Bar della Rabbia, tutte rivestite solo da chitarre, bouzouki, mandolini e ukulele.

Un sold out pieno di energia con un pubblico che cantava in coro e che non si è lasciato intimidire o trattenere dalla solennità della location,  trasformando canzone dopo canzone la platea e i palchetti in una piazza danzante come fu per il concerto, sempre orvietano, in Piazza del Popolo, lo scorso agosto durante la rassegna Umbria Folk Festival.

Alessandro Mannarino su un palco semplice, ma impreziosito da luci sapienti e da una pioggia di chitarre sospese a evocare le foglie mosse dal vento, o forse le stelle o i sogni condivisi da  chi suona e da chi lo ascolta,  ha saputo creare come sempre una forte energia, un flusso rosso di passioni che lo ha collegato e legato stretto alla gente. La sua poesia dissacrante e dolce, la vita vissuta narrata con parole e suoni, canzoni  e monologhi, direttamente ispirati dalla strada e dalla sua Roma, hanno conquistato ancora una volta fan e neofiti. I suoi compagni di viaggio sono artisti noti ed apprezzati, virtuosi degli strumenti a corde: primo fra tutti l’impareggiabile Fausto Mesolella, grande compositore, polistrumentista  e fondatore con Peppe Servillo degli Avion Travel e poi Tony Canto, musicista siciliano, già collaboratore di Mario Venuti e Patrizia Laquidara. Ed infine il bravissimo Alessandro Chimienti  che nel concerto di ieri ha suonato ogni tipo di plettro, dal banjo all’ukulele, passando per la chitarra Hawaiana nel nuovo vestito di un brano famosissimo di Mannarino come “Scetate uajo‘” .

Il tour di Mannarino prosegue stasera al Teatro delle Muse di Ancona; il  24 marzo al Parco della Musica  di Roma; il 26 marzo all’Obihall di Firenze, il 15 aprile al Teatro Nazionale di Milano, il 18 aprile  al teatro Politeama di Lecce, il 19 aprile al Teatro Nuovo di Martina Franca (TA), il 24 aprile al Teatro Francesco Cilea di Reggio Calabria, il 25 aprile al Palacultura Antonello di Messina, il 26 aprile al Teatro Golden  di Palermo, il 4 maggio al Gran Teatro Geox di Padova e il 6 maggio al Teatro Augusteo di Napoli.

Da non perdere!

Photo: @AlessandraCarnevali