Alessandro Gassman contro Emanuele Filiberto. Va in scena su Twitter l’attacco dell’attore all’erede di casa Savoia, sul cui profilo era apparso un cinguettio anti-partigiani. “I partigiani parassiti con le loro 179 associazioni costano al contribuente 3 milioni di euro”.

Successivamente, Emanuele Filiberto si era giustificando dicendo che l’autore del tweet era stato in realtà un hacker che aveva violato l’account. (“Qualcuno è entrato nel mio account e ha mandato articolo su partigiani volendo cavalcare la diatriba sulla mia visita a Noto! Mi dispiace!”)

Alessandro Gassman, però, non è stato convinto dalle parole . L’attore ha duramente attaccato il nipote dell’ultimo re d’Italia: “Emanuele Filiberto scrive “partigiani parassiti” poi cancella il tweet… Lancia il sasso e nasconde la mano, come il nonno x leggi razziali”.

Uno dei follower dell’attore prova a controbbattere: “@GassmanGassmann veramente ha smentito che fosse stato lui…ma questo che importa a chi odia il prossimo!”

…ma la controrisposta è più che mai tagliente: “@alessandrotrap2 vigliacchi per tradizione di famiglia.”

Per ora Emanuele Filiberto non ha replicato, ma la polemica potrebbecontinuare a colpi di tweet.