Già le cose non erano andate come previsto: il matrimonio reale del principato di Monaco infatti era stato surclassato abbondantemente da quello dei reali d’inghilterra William e Kate.

Non solo: ora sulla neocoppia Alberto di Monaco e Charlene Wittstok si abbatte la bufera del gossip. A soli dieci giorni dalla cerimonia, passata per la verità in sordina rispetto a quanto sperato, continuano a imperversare le voci su una presunta crisi tra i due neo (molto neo!) sposi.

Tra i due era stata notata dalle cronache rosa un’assoluta mancanza di passione, che sarebbe stata giustificata dal tabloid del web “Indipendent online” con l’esistenza di un contratto segreto che avrebbe portato a una sorta di nozze fantoccio.

“Una volta che sarà assicurata la successione al trono, entrambi potranno tornare ad essere liberi. Il divorzio  è una tradizione della famiglia Grimaldi“, scrive il tabloid inglese.

Sembra che a mettere la vera pulce nell’orecchio dei ficcanaso sia stata la dichiarazione dello stesso portavoce di Alberto che in merito alla luna di miele dei due coniugi in Sud Africa avrebbe rivelato che i due dormono in stanze separate.

Bizzarro per due novelli coniugati, no?

L’ufficio stampa comunque ha subito dopo smentito, o quanto meno mitigato, l’uscita adducendo come giustificazione: la partecipazione del principe ad un meeting:

“Alberto ha preso parte ad un meeting con i membri del Comitato Olimpico Internazionale che si svolgeva all’hotel Hilton dal 5 al 9 luglio. Per ragioni pratiche era meglio che dormisse lì“.

Nel frattempo dal principato il messaggio corre chiaro e tondo: “faremo battaglia alle malelingue”. Buono a sapersi.