Alba Parietti si scaglia contro Barbara d’Urso e il suo mododi intrattenere e informare in televisione, la showgirl crede che non sia giusto strumentalizzare il dolore. Alba ritiene che la spettacolarizzazione del dolore e dei fatti di cronaca non può essere una leva su cui cercare ascolti e share e al portale gay.it dice: “Non condivido l’utilizzo che fa del mezzo televisivo. Mi spiego meglio: non si può calpestare la dignità delle persone come accade spesso, se non sempre, nei suoi programmi. È pur vero che ci sono tante persone che non aspettano altro, ma allo stesso tempo è anche vero che ci sono persone che non sono in grado di affrontare la tv, i suoi tempi e il suo linguaggio. Non si può prendere una persona in preda al delirio perché, magari, ha perso un familiare e strumentalizzare il suo dolore. A me questo tipo di tv, fa paura. Penso che ognuno possa fare quel che vuole e quel che meglio crede, ma io non farei mai certe cose”. Un pensiero onesto e in linea con quello che ha sempre dichiarato rispetto alla cronaca in televisione, l’onestà intellettuale è infatti uno dei pregi di Alba Parietti.

Alba Parietti, amatissima nei social tanto che durante il Festival di Sanremo tutti aspettavano l’inquadratura dove la si vedeva seduta in platea, si dice contenta della sua carriera: “Ho tanto entusiasmo e una voglia di vivere indescrivibile. Penso e spero che il meglio debba ancora arrivare. Il destino mette a tutti in mano delle carte. Sta a noi giocare. Poi non è importante come si cade, ma come ci si rialza”.

Alba nei prossimi mesi sarà impegnata su Rai 1 è infatti una delle concorrenti della nuova edizione di Ballando con le stelle con Milly Carlucci, su questa nuova avventura ammette: “Al di là di Milly Carlucci che è una signora e una professionista come poche, e dell’amicizia con Ballandi, è un programma che non mina il mio lavoro e che, volendo, mi insegna anche qualcosa di nuovo. È un momento della mia vita in cui ho bisogno di stimoli. La mia più grande paura, ancora oggi, è la noia e col passare degli anni ho scoperto che io ho bisogno continuamente di ossessioni per vivere bene”.

La Parietti è una delle donne più amate, è diventata quasi un icona, del mondo omosessuale e lei racconta: “non sa quanti gay mi dicono che sarei stata l’unica donna con la quale avrebbero voluto trascorrere qualche momento di follia. Ad ogni modo, sono circondata da amici gay, gli unici uomini con i quali mi diverto e dei quali non posso farne a meno. Pensi che un mio caro amico mi ha paragonata, poco tempo fa, alla Vedova Nera. Perché è una donna che si fa arrestare, interrogare, per poi estorcere confessioni agli altri”.