“La musica elettronica è un bene di tutti”: questa è la chiave di lettura delle serate organizzate dal team di Intellighenzia Electronica la cui missione è quella di “stimolare i nuovi contenuti indipendenti, creare movimento e cultura”.

Un movimento che punta a rendere accessibile la musica elettronica a un grande pubblico. Non è un azzardo, infatti, parlare di un esperimento di musica elettronica sociale, un esperimento che sta dando i suoi frutti riscuotendo grande successo.

Tra gli eventi organizzati da Intellighenzia Electronica, vi segnalo le serate Club 2.0 che prendono vita allo Spazio Ansaldo in via Bergognone 34 angolo via Tortona a Milano, a cui hanno partecipato artisti del calibro di Jeff Mills – pioniere della musica elettronica internazionale -, Samuel L Session, Mark Reeve, i Dopplereffekt.

E questa sera, 26 aprile 2013, Club 2.0 ospita un altro guest internazionale, Alan Fitzpatrick, dj e producer di Southampton. In consolle anche l’imperdibile Tommaso Marasma, resident del Bolgia (Dalmine (BG), nonché general manager di Intellighenzia Electronica (per saperne di più di lui e del progetto vi invito a guardare l’intervista andata in onda su Occupy Dj).

L’ingresso è gratuito fino alle 23.00. Si pagano 10€ prima delle 00.00 e 15€ dopo le 00.00. Non ci sono prevendite, liste, tavoli o privé. Inoltre, c’è la possibilità di bere e mangiare a basso costo. Direi che, anche nei prezzi, il concetto di musica elettronica sociale è pienamente rispettato.