Mara Venier per la prima volta ha diviso un’ospitata televisiva con il marito Nicola Carraro al Grand Hotel Chiambretti di venerdì scorso. Dall’intervista sono emersi particolari piccanti sulla vita intima della coppia, ed è la stessa Mara che decide di decantare le doti del marito:

“In realtà mio marito, devo dire, non è Rocco Siffredi, però si difende. Certo, compatibilmente con l’età. Si vede che non siamo più ragazzini, noi ora siamo impotenti. Non è che possiamo fare più Tarzan e Jane”.

Un amore, quello di Mara e Nicola, che è nato in età matura, e così oggi il produttore cinematografico ricorda il primo incontro:

“La scintilla…una sera mi chiama una mia parente, guarda Nicola ti ho combinato una cena. E c’è Mara Venier. Dico, bene, interessante, siccome io avevo messo sotto contratto Jerry Calà, che era uno dei suoi compagni…Mi dissero, Mara Venier fantastica, perché fa una pasta e fagioli pazzesca. Mi sono accorto che c’era la fila, l’ho un po’ dribblata ma la risposerei ancora”.

Il matrimonio è arrivato tardi ed è quindi connotato da caratteristiche ben diverse, così come spiega la signora della domenica:

“Il matrimonio, quando decidi di sposarti a 50 anni, cambia completamente. Il rapporto d’amore è completamente diverso, molto più intenso e molto più forte. Anche se lui prende, ogni 2×3, e va ai Caraibi a giocare a golf”.

Ovviamente, per finire, non poteva non mancare l’inesorabile domanda sul grande spoiler della Venier all’Isola dei Famosi, ma la presentatrice è abbastanza tranquilla a riguardo:

“E’ stata una gaffe terribile mia, la colpa è solo mia. Io sono così. Intanto non me l’hanno fatta pesare qui a Mediaset. Perché non mi hanno fatto il sederino? Da quel momento l’ascolto è schizzato ai massimi”.