Agon Channel Italia chiude i battenti. Dopo Agon Channel Albania, anche il canale italiano che fino a qualche giorno fa potevamo trovare sul canale 33 del Digitale Terrestre risulta “spento”: al suo posto è tornato a trasmettere il canale di televendite “Abc”.

Frame canale 33 DTT

Frame canale 33 DTT

Lo scorso 10 ottobre il governo albanese aveva tolto l’elettricità al centro di produzione tv di Agon Channel Albania a Tirana, spegnendo di fatto, la trasmissione dei programmi. In Italia invece, dopo le vicende giudiziarie di Francesco Becchetti (editore del canale) con tanto di mandato di arresto internazionale per diverse accuse tra cui quella di riciclaggio e falso in documentazione, (per le quali è stato successivamente arrestato a Londra lo scorso 3 novembre), il canale continuava a mandare in onda repliche e televendite e telegiornali prodotti nella sede di Roma.

A seguito della chiusura della sede albanese, infatti, in un comunicato stampa pubblicato dalla pagina Facebook della rete italiana il mese scorso, si teneva a far sapere che il canale italiano avrebbe continuato a trasmettere normalmente e che la decisione del governo albanese non aveva nulla a che fare con il canale italiano:

COMUNICATO STAMPA DI AGON CHANNELNonostante l’interruzione dell’energia che in data odierna, 10 ottobre 2015, ha…

Posted by Agon Channel Italia on Sabato 10 ottobre 2015

Oggi però sul canale 33 del digitale terrestre non c’è più traccia di Agon Channel Italia. L’emittente era stata inaugurata nel dicembre 2014 e vantava un gran numero di star nei suoi programmi da Simona Ventura a Pupo passando per Sabrina Ferilli e Veronica Maya. A maggio scorso la rete era stata protagonista di un’inchiesta di Report che si chiedeva come mai l’imprenditore romano Francesco Becchetti avesse investito nel suo progetto televisivo 40 milioni di euro senza aiuto delle banche. Successivamente il mandato d’arresto internazionale e il fermo a Londra con l’obbligo di estradizione in Albania entro i primi 15 giorni di dicembre: al patron di Agon Channel si contestano ben “770 milioni di tasse eluse e riciclaggio di denaro”.