Rai Uno ricorda il giudice Paolo Borsellino nel giorno della strage di via d’Amelio: una programmazione ad hoc con la fiction Adesso tocca a me in prima serata su Rai 1 con Cesare Bocci

Diciannove luglio 1992. In un assolato pomeriggio palermitano, un’autobomba esplode fra le strade deserte della città, uccidendo il giudice Paolo Borsellino e cinque agenti di scorta. Un attentato arrivato a meno di due mesi dall’agguato di Capaci, e sul quale ci sono ancora ombre e interrogativi. Nella venticinquesima ricorrenza della strage di via D’Amelio, per ricordare il sacrificio di Borsellino e dei suoi angeli custodi, in linea con la missione di servizio pubblico Rai offre un impegno straordinario di tutte le reti e canali con una ricca programmazione radio e tv con trasmissioni, film, approfondimenti, documentari, spettacoli teatrali e ampi spazi informativi in tutti i telegiornali, su RaiNews24 e RadioRai.

Tra gli appuntamenti principali,la fiction Paolo Borsellino – Adesso tocca a me” in onda mercoledì 19 luglio alle 21.30 su Rai1, con Cesare Bocci e Anna Ammirati. Una fiction che vuole raccontare un eroe civile, capace di rimanere al suo posto sapendo di essere condannato a morte, mantenendo nel contempo la sua profonda umanità.

Altri appuntamenti si segnala il documentario di Rai Cultura “Paolo Borsellino. L’ultima stagione”, per il ciclo “Diario Civile” con l’introduzione del Procuratore nazionale antimafia Franco Roberti, in onda martedì 18 luglio alle 21.10 su Rai Storia e in replica il giorno successivo alle 14.30 su Rai1. Il racconto della figura di Paolo Borsellino e dei suoi 57 giorni più difficili – quelli intercorsi tra la strage di Capaci e l’attentato in cui verrà assassinato – è  affidato a esponenti delle Istituzioni come il Presidente del Senato Pietro Grasso; agli ex giudici del pool antimafia Leonardo Guarnotta e Giuseppe Di Lello; al Procuratore Generale presso la Corte d’Appello di Palermo, Roberto Scarpinato; al Consigliere di Corte d’Appello del Tribunale di Salerno, Diego Cavaliero; all’ex ministro di Grazia e Giustizia, Claudio Martelli.

Il 19 luglio, sempre su Rai Storia “Il giorno e la storia” e il doc “Paolo Borsellino, essendo stato”, alle 23.50, in cui Riccardo Cappuccio ricorda le parole del magistrato convocato dal Csm il 31 luglio del 1988 dopo le interviste rilasciate a “La Repubblica” e “L’Unità”, nelle quali denunciava il preoccupante stato di smobilitazione del pool antimafia di Palermo.

Spazi dedicati alla ricorrenza sono previsti anche su Rai1 in “Uno Mattina Estate” e “La vita in diretta estate”; su Rai2 con la diretta di “Speciale Tg2” dall’Assemblea Plenaria del CSM sulla desecretazione degli atti Falcone-Borsellino, con intervento del Presidente della Repubblica; su Rai3 con “Blob” e “Archivi del 900”; su Rai Movie con il film “Era d’estate” e su Rai Premium con “Paolo Borsellino – I 57 giorni”. Infine, sul Web, Rai Cultura propone, oltre a una selezione di puntate dedicate, un esclusivo WebDoc, con video, fotogallery, testi e infografiche realizzato da Rai Storia per raccontare la figura di Paolo Borsellino.