Adele ha detto no. La celebre cantante britannica non ha accettato il lucroso contratto offertole dal brand di beauty L’Oréal, che le avrebbe fruttato una cifra intorno ai 14 milioni di euro. Adele avrebbe dovuto prestare la sua immagine alle campagne del marchio per la durata di quattro anni, e sarebbe stata l’artista più pagata dalla ditta di cosmetici, che ha già tra le sue testimonial grandi dive come Jennifer Lopez, Penelope Cruz, Eva Longoria, Julianne Moore.

Il quotidiano britannico The Mirror, che riporta la notizia, sottolinea come i responsabili de L’Oréal siano rimasti sbigottiti di fronte al rifiuto della cantante, premio Oscar per il tema dell’ultimo film di James Bond, “Skyfall”. Le trattative sembravano infatti a buon punto, come aveva rivelato questa primavera una fonte vicina al brand di beauty: «Ci vorrà molta capacità di persuasione, per convincerla, ma pare proprio che Adele sia vicina a firmare il contratto». Invece… niente da fare. Come dichiara un’altra fonte interna all’azienda, «L’Oréal era in trattative con Adele e sembrava che si potesse stringere un accordo, ma poi l’artista ha completamente cambiato idea. L’Oréal è stupefatta che abbia detto no a una cifra così cospicua».

Adele (che era ambita anche da Dior) è però rimasta fedele a se stessa e alle sue idee. Già nel 2011 aveva infatti dichiarato: «Non vorrò mai vedere il mio nome accostato a quello di un prodotto, credo sia vergognoso vendersi». A trarre beneficio da questa vicenda è Cheryl Cole, la cantante (già nelle Girls Aloud) testimonial per L’Oréal che secondo indiscrezioni sempre più ricorrenti stava per essere sostituita proprio da Adele. L’immagine di Cheryl era già stata messa in secondo piano: dalle linee per capelli era infatti passata ai prodotti di cura della pelle. Pare che l’azienda non avesse infatti gradito il suo continuo cambiare di colore alla chioma e soprattutto l’ultimo tatuaggio, posizionato proprio sul fondoschiena. Cheryl può adesso dormire sonni tranquilli. E Adele può dedicarsi alla sua musica senza distrazioni di sorta.