I biglietti sono stati appena messi in vendita, ma sembra già una vera impresa riuscire a procurarseli. Si sono aperte alle ore 10 di questa mattina le prevendite per le due date che Adele terrà all’Arena di Verona il prossimo anno, ma già si sta scatenando il rischio di speculazioni da parte dei bagarini.

I prezzi dei biglietti per i concerti di Adele a Verona del 28 e 29 maggio 2016 venduti su TicketOne partono dai 69,00 euro per un posto in gradinata non numerata, mentre salgono a 92 euro per la gradinata numerata, a 103,50 euro per un biglietto in platea e a 115 per uno in platea gold. Queste sono le cifre nella rivendita ufficiale, mentre tra i bagarini hanno raggiunto ben altri, e folli, numeri.

Tra i siti di “secondary ticketing”, che rivendono i biglietti già acquistati, i prezzi sono parecchio superiori. Su Seatwave si trovano ad esempio posti per la gradinata non numerata a 488 euro, anziché i 69 richiesti dai siti ufficiali. La cifra più alta al momento è però quella di 3.968,55 euro chiesti su Ticketbis per due biglietti in platea. Questo ad appena pochi minuti dall’apertura delle prevendite e chissà quali quote possono raggiungere il prossimo maggio in prossimità del doppio evento di Adele all’Arena di Verona.

Il promoter dei due concerti italiani di Adele, Mimmo D’Alessandro, in un’intervista a Rockol negli scorsi giorni ha commentato il fenomeno della rivendita dei biglietti dicendo: “Il secondary market, noi, l’abbiamo sempre contrastato. Da noi non hanno mai avuto un biglietto, e mai l’avranno. E per evitare speculazioni, sia noi, come promoter, che il management di Adele abbiamo preso tutte le contromisure del caso, come limitare a quattro la quantità di biglietti acquistabili per transazione”.

Il promoter delle tappe di Verona di Adele ha inoltre aggiunto: “La preoccupazione che qualcosa possa finire sul mercato secondario c’è, ma l’impegno per arginare il fenomeno, da parte nostra e del suo entourage, è estremo per le due date di Verona. Anche per le prevendite anticipate non è previsto l’intervento di attori terzi. A gestire le operazioni ci sono solo il sito ufficiale di Adele e noi. E combattere i tentativi di speculazione è nostro interesse comune”.

A quanto pare però il fenomeno è difficile da arginare e i prezzi pazzi raggiunti dalle due date italiane di Adele lo testimoniano.