La regina del pop americano si è spenta la notte tra l’11 e il 12 febbraio a 48 anni. Il suo corpo è stato trovato in una stanza di albergo di Beverly Hills, dove si trovava per partecipare ad una serata ai Grammy Awards.

Non sono ancora stati ancora chiariti i motivi del decesso, probabile un mix letale di alcool e psicofarmaci, comunque, sul suo corpo, almeno a quanto riferito dalla polizia di Los Angeles, non ci sarebbero segni riconducibili ad una violenza.

Una carriera costellata di grandi successi come di grandi sconfitte.

190 milioni di dischi venduti, 6 Grammy Awards, 22 American Musica Awards, interprete di film che sono rimasti nella memoria collettiva come “Uno sguardo dal cielo” del 1996 e “The Bodyguard” con Kevin Kostner, che l’ha consacrata al mondo intero come cantante e attrice ma ha anche segnato l’inizio del suo personale inferno, fatto di droghe, alcool e psicofarmaci.

Un lungo periodo buio che l’ha vista entrare ed uscire da cliniche specializzate in disintossicazione, soprattutto dopo il divorzio con il suo primo marito Bobby Brown nel 2006.

Sembrava tutto finito quando, nel 2009, è tornata in vetta alle classifiche con il singolo quel “I Look To You“, un nuovo tour che l’ha portata anche in Europa, e anche il nuovo amore con il cantante Ray-J.

Messaggi di cordoglio e di affetto da tutto il mondo della musica e non solo, che ha perso, oggi, una delle voci più belle che si siano mai sentite.