Stamane si sono svolti i funerali di Lionetto Fabbri, il regista di documentari scomparso venerdì notte all’ospedale di Careggi inseguito a delle complicazioni cardiovascolari. Fabbri, nato a Firenze nel 1924, ha vissuto tutta la sua vita nello storico quartiere di San Frediano.
Iniziò la sua carriera come fotografo, ma nel 1955 iniziò a dedicarsi esclusivamente alla realizzazione di documentari riuscendo a partecipare a numerosi festival e ottenendo sia con il documentario Gente lontana che con La lunga raccolta il Gran Premio al Festival di Berlino. Altri lavori da non dimenticare sono Vetro verde, affascinante spiegazione sulla lavorazione del vetro soffiato per la creazione di fiaschi e damigiane; Gente del bosco dedicato ai lavoratori della Maremma; I mammalucchi sulle statuine in gesso e Antico mestiere (I lavandai di Grassina) su come veniva lavato una volta il bucato a Firenze. Emilio Cigoli, il doppiatore di John Wayne e Gary Cooper, prestò numerose volte la sua voce ai documentari di Lionetto Fabbri. Nel 2008, infine, gli venne conferito il Gonfalone d’argento da parte del Consiglio regionale della Toscana. La salma è stata sepolta presso il cimitero del Pino.