Il 27 uscirà nelle sale cinematografiche italiane un film diretto Stefano Sollima (già regista delle serie tv “Romanzo criminale”) “Acab – All cops are bastards”.

La pellicola sarà interpretata dagli attori Pierfrancesco Favino nel ruolo di Cobra, Filippo Nigro nel ruolo di “Negro” e Marco Giallini in quello di “Manzinga”.

I tre attori interpretano i poliziotti della celere, i cosidetti “cellerini”, a cui viene assegnato l’ingrato compito di sopprimere le manifestazioni di violenza di massa, come ad esempio il servizio d’ordine allo stadio, a causa del quale si innesca un meccanismo spesso incontrollabile ed una conseguente dipendenza da adrenalina.

Sollima, intervistato riguardo il tema del film – ritenuto scottante se si pensa al G8 di Genova o all’assassinio di Gabriele Sandri, il tifoso della Lazio ucciso da un giovane poliziotto con un colpo di arma da fuoco – spiega che la pellicola da lui diretta:

Non è un film di denuncia sociale, ma soprattutto una storia di uomini. Senza alcuna retorica o demagogia.

La “dipendenza da scontri” segna le esistenze dei tre protagonisti, che si sentono, come espresso dal personaggio interpretato da Favino durante una sequenza durissima:

In quei momenti c’hai solo i tuoi fratelli, accanto. E solo su quei fratelli puoi contare.