Una pellicola di straordinaria dolcezza e raffinatezza che corona la lunga carriera di Ann Hui, che ha iniziato a scrivere il film quando era già ultra sessantenne.

La pellicola è stata premiata alla 68° edizione della Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia con la Coppa Volpi a DeanieIp, l’attrice che sullo schermo interpreta l’amah Chung Chun-Tao.

La storia è ispirata a fatti realmente accaduti riesce a rendere l’accaduto in maniera sublime e dolce, attraverso un racconto semplice e misurato.

La pellicola racconta di Roger Lee, che lo studio prima e il lavoro poi hanno portato per lungo tempo lontano dalla sua patria e dai suoi affetti.

Tornato ad Hong Kong, Roger ritrova Ah Tao, la donna che per tutta la vita è stata al servizio della sua famiglia e con cui si ritroverà ad avere un rapporto che dall’amicizia e dalla riconoscenza assumerà presto i tratti dell’empatia che nasce solo tra madre e figlio. Lei lo accudisce e lo cura in un momento difficile della sua vita, e poi toccherà a lui prendersi cura di Ah Tao quando, vecchia e malata, dovrà ritirarsi nella solitudine di un ospizio per anziani.

I due si ritrovano soli in un mondo che non sembra più avere bisogno di loro, e nella compagnia reciproca ritroveranno la certezza degli affetti e del vero affetto al di là delle differenze sociali.