Era inevitabile che un film così famoso e dalla trama molto surreale come 50 Sfumature di grigio diventasse una parodia: puntualmente è arrivata la zampata di uno degli esperti del settore, Marlon Wayans, che ha deciso di portare su grande schermo la sua versione ironica, 50 Sbavature di Nero.

L’attore, che alle sue spalle ha numerosi titoli simili come gli Scary Movies ma anche un ruolo in Requiem for a Dream, è infatti il co-sceneggiatore della pellicola diretta da Mike Tiddes, che prende in giro l’isteria creata dal romanzo erotico di E. L. James e dalla sua trasposizione cinematografica.

Il protagonista è ancora un volta un milionario, ma in questo caso il suo nome è Christian Black, che cerca di instaurare una relazione romantica con la timida studentessa Hannah Steele, interpretata dalla comica Kali Hawk.

Presto però verranno fuori le notevoli lacune di Black nell’arte amatoria, mentre la Steele si rivelerà molto più amante del sadomaso rispetto al suo supposto master, che esibisce un comportamento bizzarro ma non per ragioni del tutto sensuali.

Ma è proprio tutta la famiglia Black a essere fuori di testa, tra il padre Jerry (Fred Willard) che insidia la figlia coreana adottiva appena ventenne, la madre bianca razzista (Jane Seymour) che non sopporta Hannah e il fratello superdotato Eli (Affion Crockett).

Nella prima delle due clip disponibili di 50 Sbavature di Nero, in uscita nelle sale italiane il 18 febbraio, italiani  vediamo un appuntamento in un bar tra i due protagonisti, che ben presto si risolve in una serie di esilaranti abusi da parte del milionario che Hannah sembra sopportare con grande stoicità. Eppure la coppia apparentemente non sembra proprio ben assortita.

Nel secondo filmato invece la ragazza è un po’ alticcia e decide di chiamare Christian, ma questi le intima di tornare immediatamente a casa. La Steele però non è intenzionata ad accettare ordini, nemmeno se pronunciati come farebbe Yoda.