Esce nelle sale l’11 maggio il film “100 metri dal Paradiso” di Raffaele Verzillo, che torna a cimentarsi con il cinema dopo quattro anni da “Animanera” e lo fa portando sugli schermi una commedia.

Il film si basa su un’idea molto originale: la creazione di una squadra di atleti del Vaticano da far partecipare ai giochi olimpici di Londra del 2012.

La storia è tanto semplice quanto divertente: Monsignor Angelo Paolini (Domenico Fortunato), responsabile della comunicazione del Vaticano, crede che la Chiesa abbia fortemente bisogno di rinnovare il suo linguaggio e il modo in cui si pone nel mondo.

Arriva così l’idea: cercare tra i più sportivi tra preti e monache in giro per il mondo per creare una Nazionale Olimpica del Vaticano per partecipare così alle Olimpiadi di Londra.

Nonostante il parere contrario dei suoi superiori Mons. Paolini va avanti per la sua strada, con il supporto del suo amico di infanzia Ottavio (Jordi Mollà), ex centometrista al quale manca solo la medaglia olimpionica, e suo figlio Tommaso (Lorenzo Richelmy), bravo velocista con la vocazione.

La pellicola, anche se è stata realizzata in completa autonomia, ha ricevuto l’approvazione del Vaticano che ha elogiato il film, per lo sguardo originale e leggero ma mai morboso, con il quale si approccia al Vaticano e alla fede cattolica.